19 gennaio 2018

I monologhi esteriori - S02 E14
Un testo e mille emozioni

Ormai l'avete capito: non ho idee. O meglio, ho idee per il podcast che metterò in pratica più avanti, perché sono legate a specifici momenti dell'anno, ma ora, a metà gennaio, non ho la più pallida idea di che argomento trattare.
E quindi, niente argomento.


Niente monologo, niente di niente. Adesso vi aspettereste che vi dica che non c'è nemmeno il podcast, invece c'è eccome, solo che è in una forma diversa dal solito.

16 gennaio 2018

Micaela Luppino mi intervista su Sognoteatro

Il post di oggi non è pubblicato qui, ma su Sognoteatro, il blog di Micaela Luppino.
Dalla settimana scorsa ha iniziato la rubrica "Sai cosa significa per me il teatro?" in cui intervista attori, attrici o semplicemente persone appassionate di teatro. Non è dato sapere se io faccia parte della prima o della seconda categoria, ma per la seconda puntata ha scelto me.


Quindi ecco l'articolo in cui ho risposto alle (interessantissime) domande di Micaela. Alcune risposte, se mi seguite da tanto tempo, forse le saprete già, ma di altri argomenti credo di non aver mai parlato.
Sarà una sorpresa anche per i lettori più fedeli!



Se vi è piaciuta l'intervista, seguite anche il blog di Micaela, perché credo che anche le prossime saranno altrettanto interessanti, se non di più!

- dramaqueen


15 gennaio 2018

I monologhi esteriori - S02 E13
Me ne vado, non mi merita

Ci sono delle ricorrenze specifiche a inizio gennaio? Io non me ne ricordo e non sono riuscita a farmi venire delle idee originali per gli argomenti da trattare nel podcast. Perciò, ho deciso di continuare sulla scia dell'argomento della puntata precedente.


A proposito della Lettera d'amore di Karl Valentin vi avevo augurato di passare questo nuovo anno con persone positive che valgano il tempo che dedicate loro, oltre che di riuscire ad esprimere l'affetto che provate per loro.
Questa volta ho preso la questione dal lato opposto, parlando di che cosa succede quando passiamo il nostro tempo con persone negative.

9 gennaio 2018

La volpe di Borgo Faggio (lettura dal vivo)

Natale è passato, però chi non ha un po' di nostalgia? In fondo il freddo (e in alcuni luoghi anche la neve) non se n'è ancora andato, quindi potreste rientrare per un attimo nell'atmosfera e ascoltare questo racconto ambientato nella notte di Natale.
È per una buona causa.


Sì, perché il racconto "La volpe di Borgo Faggio" di Velma J. Starling è tratto dall'antologia L'amore non crolla, la terza pubblicata dal branco di Buck e il terremoto.

6 gennaio 2018

I monologhi esteriori - S02 E12
Lettera di inizio anno

Primo post dell'anno... in ritardo, dopo tutti i buoni propositi del post di fine 2017.
In realtà è un segno che il 2018 è iniziato benissimo, anche se questo comporta più impegni di quelli che immaginavo di avere e devo organizzarmi meglio per gestire tutto.


Sono un po' in ritardo con alcune scadenze e si vede anche con questa puntata del podcast, che purtroppo ha una qualità audio pessima. 
Tra Natale e Capodanno ho fatto avanti e indietro da Milano a casa dei miei in Veneto, senza potermi portare dietro il microfono perché è abbastanza impegnativo da trasportare, e quindi mi sono trovata a dover registrare con il cellulare.

31 dicembre 2017

Che cosa vorrei dal 2018?

Non sapevo come chiamare questo post, allora ho messo lo stesso titolo di quello del 31 dicembre dell'anno scorso. 
Alla fine del 2016 e inizio del 2017 avevo scritto un po' di cose che avrei voluto per l'anno nuovo. Non proprio obiettivi o buoni propositi, perché in fin dei conti mi stavo riprendendo da un attacco di panico e non me la sentivo di mettermi pressione.


Sorprendentemente, direi che sono riuscita a farle tutte! Non erano obiettivi ambiziosi, ma comunque sono contenta di aver fatto qualcosa per tutti questi ambiti della mia vita.

29 dicembre 2017

I monologhi esteriori - S02 E11
La gioia di donare, tutto l'anno

A Natale siamo tutti più buoni. Non è vero?
Ecco, questa è una frase che non mi piace, se devo dire la verità. Perché dovremmo essere più buoni in un certo periodo dell'anno? Non è un po' ipocrita essere generosi solo a Natale e poi tornare come prima dal 7 gennaio in poi?


Non ho mai conosciuto veramente delle persone che si comportano così, però questo concetto ritorna sempre in qualche pubblicità natalizia, canzone o film. 
Per questo voglio dare inizio ad una personale campagna che va in direzione contraria: abbasso la bontà solo a Natale, viva la bontà tutto l'anno! E lo faccio con un testimonial d'eccezione, una persona che ha veramente capito il valore della generosità. Almeno alla fine della storia.

24 dicembre 2017

Intermezzo natalizio (audioracconto di Natale)

Ehi, è quasi Natale! Non me ne sono quasi resa conto, ma manca pochissimo. Quindi è il momento di darvi il mio regalino.
Questa, veramente, era la sorpresa che vi volevo fare l'anno scorso per Natale, però era un periodo molto stressante, non avevo molto tempo per il blog, poi il 22 dicembre sono anche finita al pronto soccorso per un attacco di panico... quindi c'erano cose molto più importanti a cui pensare.


Quest'anno sto decisamente meglio, anche se sono comunque sempre incasinata e ho finito di preparare la sorpresa natalizia all'ultimo momento. Però ci ho messo impegno e spero che vi possa piacere.

22 dicembre 2017

I monologhi esteriori - S02 E10
La magia del Natale

Siamo quasi a Natale!
E questa puntata è un po' speciale, quasi una specie di regalo per voi che mi seguite. Non so se è un gran regalo, però... stavolta mi potete anche vedere, non solo ascoltare.


Oltre che su Soundcloud, trovate la puntata anche su YouTube, che è un social più frequentato e spero che possa aiutarmi ad arrivare a più persone. Vediamo se funziona...

19 dicembre 2017

Creare un personaggio... da zero - La mia esperienza

Vi ricordate che due settimane fa avevo chiesto un consiglio agli scrittori che mi seguono, perché avevo bisogno di creare un personaggio teatrale da zero? Ed ero un po' in crisi?
Lunedì scorso abbiamo fatto questo famoso esercizio e ora sono qui per raccontarvi com'è andata.


Nel post precedente avevo scritto che il mio personaggio non era ancora perfettamente formato, che avevo cercato di definirne i dettagli, ma non riuscivo a sentirlo come se fosse veramente una persona con un carattere suo.
Per questo era lo scopo dell'esercizio: creare una persona tridimensionale, non uno stereotipo. Presentarsi a lezione come se fossimo stati quella persona e fare in modo che, se qualche sconosciuto ci avesse visto, credesse davvero che noi eravamo così.