19 luglio 2017

I monologhi esteriori - Puntata #10 e pausa estiva

Il mio programma radio è arrivato alla decima puntata! È stata una bella avventura e anche una discreta fatica. Adesso siamo a luglio, tutti vanno in vacanza, siamo anche arrivati ad un numero tondo... ho deciso di andare in vacanza anch'io dalla radio.
Quindi questa, per ora, è l'ultima puntata.


Ho scelto un altro testo scritto da una donna, Natalia Ginzburg, e un tema che mi sta particolarmente a cuore, perché lo rivedo in continuazione nella mia vita: il giudizio e le aspettative degli altri.

18 luglio 2017

Esercizi per liberarsi dalla cadenza dialettale

La dizione è la grande croce di tanti attori. Io, per poter studiare doppiaggio, mi sono dovuta studiare un libro, delle dispense e andare a consultare il DOP ogni cinque minuti. Un lavoraccio che, per fortuna, ha dato i suoi frutti.
Ma tranquilli, non per tutti gli attori è così. Per fare doppiaggio o speakeraggio la dizione deve essere perfetta, ma per il teatro e il cinema basta avere una base. Le cadenze dialettali troppo marcate, però, non sono molto apprezzate, quindi molti commentatori mi chiedono: come posso liberarmi dalla mia cadenza?


Dare una risposta univoca per tutti è difficile, perché in Italia esistono una marea di dialetti e quindi di cadenze dialettali diverse. Ad esempio, io sono veneta e la "cantilena" tipica del veneti, la conoscete tutti, è diversa da quella dei romani o dei napoletani.
Però provo a dare qualche consiglio generale, da persona che conosce bene la dizione corretta ma poco gli altri dialetti che non sono il mio.

12 luglio 2017

Diario di un'aspirante doppiatrice #2

A febbraio vi avevo raccontato la prima mia lezione del corso di doppiaggio, nel post Diario di un'aspirante doppiatrice. Ora il corso è finito, quindi credo che sia arrivato il momento di scrivere una seconda puntata di questo "diario".


Le sedici lezioni sono passate più o meno velocemente e vi ho già parlato di alcune delle cose che ho imparato (ad esempio qui). Di altre vi racconterò in futuro.
All'inizio non riuscivo a fare progressi e mi angosciavo per questo, ma alla fine sono riuscita migliorare un po'. Non ho raggiunto tutti i miei obiettivi, ma cerco di accontentarmi (anche perché i miei obiettivi sono sempre troppo ambiziosi).

5 luglio 2017

I monologhi esteriori - Puntata #9

Penultima puntata del mio programma radio prima delle vacanze estive. E devo dire che ho bisogno io per prima delle vacanze, perché mi sono ritrovata a registrare questa puntata una sera appena tornata dal lavoro ed ero così stanca che mi impappinavo ogni tre frasi...


Comunque, anche se la stanchezza cerca di ostacolarmi, sono qui con una nuova puntata e ho fatto del mio meglio.
Questa volta vi parlo di "Pigmalione" di George Bernard Shaw e di una protagonista che si chiama quasi come me: Eliza Doolittle. Il paragone non è dei più lusinghieri, dato che si tratta di una fioraia povera, rozza e ignorante. Ma il professor Higgins, studioso di fonetica, scommette che riuscirà a trasformarla in una signorina per bene, degna dei ricevimenti dell'alta società e talmente distinta da essere scambiata per una duchessa.

4 luglio 2017

#OffTopic - Un ricordo per ogni anno

Ho visto questo meme sul blog Appunti a margine di Chiara Solerio (anche se in realtà viene da Marco Lazzara) e mi è venuta voglia di riproporlo. 
Non sapevo se pubblicarlo sul blog, infatti domenica l'ho condiviso sui social, ma dato che non ho altre altre idee per post fattibili in poco tempo e non volevo lasciarvi senza aggiornamenti, eccolo qui. E poi, è estate e tutti avete voglia di contenuti leggeri, meme e tag, vero?


Il gioco consiste nello scegliere un ricordo per ogni anno della propria vita.
Per alcuni anni (soprattutto i primi) è stato difficile recuperarne uno e probabilmente sono un po' generici. Per altri (soprattutto i più recenti) è stato difficile scegliere, perché sono successe un mucchio di cose!

29 giugno 2017

L'anima buona

Ho deciso di parlarvi di questo spettacolo anche se non è famoso, anche se non è fatto da professionisti, perché mi è piaciuta l'idea che c'è dietro. 
Credo che si meriti di essere pubblicizzato, anche se il mio blog non è chissà quale pubblicità... e poi, qui è il mio spazio, posso raccontarvi di quello che è stato significativo per me senza sentirmi in dovere di recensire questo o quello spettacolo.


Quindi, vi posso raccontare la mia esperienza di ieri sera. Perché non si è trattato solo di guardare: è stato un esperimento di teatro partecipato, in cui anche il pubblico fa la sua parte. Ma partiamo dall'inizio...
"L'anima buona" fa parte della rassegna Assicurarsi ai sedili (di cui aveva parlato anche Romina Tamerici l'anno scorso) ed è stato messo in scena da Teatro Inaudito. La rappresentazione non era in un vero teatro, con un palco e delle poltroncine, ma in una sala in cui tutto (anche le sedie degli spettatori) faceva parte della scenografia.

21 giugno 2017

I monologhi esteriori - Puntata #8

Ho deciso di parlarvi anche questa settimana di un monologo femminile scritto da una donna. Il testo da cui è tratto è "Due partite" di Cristina Comencini, di cui sono protagoniste quattro donne che si ritrovano come ogni giovedì per giocare a carte.
Una di loro sta per avere un bambini, le altre hanno tutte dei figli, quindi il discorso verte inevitabilmente sulla maternità e sulla famiglia.


Il personaggio che pronuncia il monologo di oggi è Gabriella, un tempo pianista talentuosa, ma che ora ha abbandonato il pianoforte per accudire sua figlia Sara.
Durante la partita a carte, si ricorda dell'ultima volta che ha suonato, quando Sara era nata da poco. Il suo racconto è appunto il monologo che vi reciterò.

20 giugno 2017

Imparare a sbagliare serve per imparare

Sto imparando un lavoro. Ho finito il corso di doppiaggio e tra due giorni avrò l'esame finale. Dopo dovrò cercare di iniziare a lavorare. La prospettiva mi mette un po' paura, perché in questo campo puoi lavorare solo se sei già bravo, ma puoi diventare bravo solo lavorando.
Come faccio ad uscire da questo paradosso?


Non lo so, io provo ad esercitarmi a casa, ma è un po' difficile fare tutto da soli. Mi servirebbe una scena in lingua originale che non ho mai visto prima e un copione... ma per scrivere il copione devo prima guardare la scena!
Quindi, o guardo la scena una volta, mi faccio una traduzione "a braccio" nella mia testa e provo a doppiarla (ma il sync va a farsi benedire perché così le battute non sono adattate bene) oppure la guardo prima, scrivo il copione e poi la doppio (ma così non mi alleno ad interpretare le scene appena viste e senza riguardarle).
Insomma, è un po' un casino

7 giugno 2017

I monologhi esteriori - Puntata #7

L'estate si avvicina, ma la mia esperienza in radio continua!
Questa volta ho deciso di parlarvi di un monologo che ho già recitato all'inizio della mia esperienza teatrale. Ve ne avevo già raccontato anche qui sul blog, è uno dei monologhi di Ecuba nelle Troiane di Euripide.


L'argomento è pesante: si parla di una città distrutta, figli e mariti morti, disperazione e perdita di ogni speranza. D'altra parte, è una tragedia.
Però ho cercato di rendere il discorso meno deprimente, raccontandovi la mia esperienza e come ho fatto per immedesimarmi in questa situazione tanto difficile. O almeno per provarci. Perché, sappiatelo, tragedia greca is a bitch.

6 giugno 2017

Sguardo al futuro

Ieri ho compiuto 25 anni. Eh sì, venticinque. Un quarto di secolo.
Non è servito a nulla fuggire in Germania, perché il passare del tempo mi ha raggiunto anche sulla cima della cupola del Reichstag di Berlino. Quindi, mi rassegno all'inevitabile: gli anni passano per tutti e ok, non sono così vecchia, ma io lo sento come un numero importante.

Dresda, giardini dello Zwinger.

Sono molto lontana dall'idea di "adulta" che avevo in testa, ma ormai ho una certa età e le cose da adulti devo farle per forza, anche se non mi sento pienamente in grado.
Credo capiti a tante persone, ma speravo di aver raggiunto più obiettivi a questo punto e invece la strada è ancora lunga. Qualche passettino l'ho fatto: sono a Milano e sto per finire un corso di doppiaggio.