18 agosto 2013

Il copione

Ho appena stampato il copione del mio prossimo spettacolo. Le prove inizieranno a settembre, quindi ho ancora un po' di tempo... però è bene arrivare preparati!



Mentre io cerco di organizzarmi mentalmente per costruire questo nuovo personaggio, magari posso dare qualche indicazione anche a voi su cosa fare quando prendete in mano un copione per la prima volta:

  1. Prendete un fermaglio per tenere uniti i fogli. Sembra un suggerimento stupido, lo so, ma io perdo decine di fermagli e, di conseguenza, spargo tutti i fogli in giro, quindi ci tenevo a ricordarvelo.
  2. Scegliete un momento di calma, in cui possiate leggere il testo per intero, senza interruzioni esterne e possibilmente senza distrarvi. Credo che sia importante capire che impressioni dà la storia nel suo complesso.
  3. Con un evidenziatore, man mano che leggete, evidenziate le vostre battute.
  4. Leggete anche le didascalie con attenzione e provate ad immaginare la scena. Può essere difficile, soprattutto per le scene d'azione in cui i movimenti giocano un ruolo fondamentale, però cercate di farvi un'idea.
  5. Nelle scene in cui compare il vostro personaggio, inziate ad annotare a margine lo stato d'animo che sta esprimendo in quel momento. Non solo quando parla, anche quando reagisce alle azioni degli altri personaggi.

Ecco, ora che abbiamo fatto il primo passo, non ci resta che imparare a memoria le nostre battute (e questa è una nota dolente... dedicherò presto un altro post all'argomento!).
Spero che i miei consigli possano esservi utili!

- dramaqueen



8 commenti:

  1. ciao. ti ho scoperta grazie alla segnalazione di Romina Tamerici. Anch'io faccio teatro e nel mio blog c'è un po' di tutto come anche le mie esperienze teatrali.
    Merda merda merda per il tuo blog e per quello che fai!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per il sostegno! Ho avuto tempo di dare solo un'occhiata al tuo blog e ho visto che è molto vario... Sembra interessante, quindi lo seguirò con più attenzione :) Merda merda merda anche a te!!!

      Elimina
  2. Oh, finalmente è arrivato? :D Bene bene!
    Comunque interessante, non avevo mai pensato che il copione si potesse studiare così approfonditamente. Sarà che io non sottolineo quasi mai nemmeno i libri scolastici... :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah invece io sono la migliore amica dell'evidenziatore! :)
      Lo "studio" come se fosse un libro perché ci tengo a fare un buon lavoro e tutto il lavoro dell'attore parte dal copione.

      Elimina
    2. Sì, sono d'accordo! Solo non ci avevo mai fatto caso. Non mi era mai venuto da pensare che fosse il copione la base di tutto. Nel senso, l'ho sempre pensato come un aiuto che c'è, ma da cui bisogna presto staccarsi.

      Elimina
    3. Se tu fossi nata nell'epoca della Commedia dell'Arte, avresti ragione ;)

      Elimina
  3. Quanto vorrei recitare anch'io in uno spettacolo vero! Senza offesa per quelli che ho fatto finora, eh, ma intendo con un copione vero! Caspiterina... peccato che la memoria mi assista poco, sono troppo abituata a improvvisare e vivere di imprevisti sul palco per il tipo di attività che faccio io.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Saper gestire gli imprevisti è una capacità molto utile! L'equilibrio sta nel conciliare le due cose... Il mio ultimo post è appunto sulla memoria (che è difficile per tutti), magari ci puoi trovare qualche consiglio utile... :)

      Elimina

Hai qualcosa da aggiungere a questo post? Lascia un commento!
Se usi la modalità "Anonimo", per favore firmati con il nome o con un nickname.