28 giugno 2014

Le mie citazioni preferite sul teatro

Capita anche a voi, a volte, di ritrovare un vostro pensiero, magari non proprio identico ma quasi, in una frase scritta da altri?
Ci sono una moltitudine di citazioni famose sulla vita, sull'amore, sull'amicizia, sulla libertà... e su tutti quei concetti importanti per l'uomo, su cui ci ritroviamo costantemente a riflettere.


E anche sul teatro, visto che per me è un elemento importante della mia vita, di cui non credo che potrei fare a meno!

Sono state dette così tante frasi, più o meno celebri, sul teatro, che sarebbe impossibile enumerarle tutte. Qui vi vorrei proporre una raccolta di quelle che preferisco, perché mi hanno colpito di più o perché rispecchiano bene il mio modo di intendere quest'arte.

Prima di tutte, quella che ho scelto come sottotitolo del blog:

"Benvenuti a teatro. Dove tutto è finto ma niente è falso..."  
Gigi Proietti
L'ho scelta perché parla del primo aspetto che mi ha sempre affascinato del teatro: è finzione, eppure non lo è del tutto. L'attore in quel momento è sul palcoscenico davanti agli spettatori, non è Amleto e non si trova alla corte di Danimarca... ma, nel suo animo, si sente come se lo fosse veramente.
E' questa la magia: la capacità di creare un angolo di spazio e di tempo in cui i personaggi hanno vita ed esistenza propria.

"Io so e non so perché lo faccio il teatro ma so che devo farlo, che devo e voglio farlo facendo entrare nel teatro tutto me stesso, con quello che sono e penso di essere e quello che penso e credo sia vita. Poco so, ma quel poco lo dico."  
Giorgio Strehler 
Ecco, anch'io mi sento così. Non avrei saputo trovare una definizione migliore per questa passione che mi ha preso, che non riesco a spiegare e non riesco nemmeno ad abbandonare (anche se ci ho provato).
Per me, è quasi come amare una persona. Avete mai provato a spiegare perché siete innamorati del vostro fidanzato o fidanzata?

"Sei giovane, sei già stato per alcuni anni in teatro, oppure sei figlio di gente di teatro; o hai fatto il pittore per qualche tempo, ma poi hai sentito il desiderio del movimento; oppure sei un operaio.
Forse hai bisticciato coi genitori a diciott’anni, perché volevi darti al teatro ed essi erano contrari. Forse ti hanno chiesto perché volevi darti al teatro, e tu non hai potuto fornire una risposta ragionevole, poiché ciò che volevi fare nessuna risposta ragionevole può spiegarlo: volevi volare.
Forse avresti fatto meglio a dire “Voglio volare”, anziché pronunciare quelle parole spaventose: Voglio darmi al teatro.” 
Edward Gordon Craig
Anche questo rispecchia un po' come mi sento io... ed è anche il motivo per cui sto cercando di ottenere una laurea, prima di buttarmi e provare a volare.

"Nel teatro la parola è doppiamente glorificata: è scritta, come nelle pagine di Omero, ma è anche pronunciata, come avviene fra due persone al lavoro: non c'è niente di più bello." 
Pier Paolo Pasolini

Fino a qualche secolo fa, il copione non c'era e la recitazione era spontanea anche perché l'attore inventava le parole da dire al momento, pur seguendo un canovaccio.
Ora, tranne in casi eccezionali, le battute sono tutte scritte, come le aveva pensate l'autore del testo. L'attore, però, ha il suo modo personale di interpretarle e di renderle vive, perciò è come se esse nascessero una seconda volta nel momento in cui sono pronunciate.

"Potrebbe mai infatti questa platea contenere i vasti campi di Francia o potremmo stipare entro questo cerchio di legno anche i soli elmi che impaurirono l'aria stessa a Azincourt? Ma scusateci: come uno sgorbio di cifre serve in breve spazio a rappresentare un milione, così lasciate che noi, semplici zeri in questo gran conto, mettiamo in moto le forze della vostra immaginazione." 
William Shakespeare (Enrico V, Prologo)
Uno degli aspetti affascinanti del teatro è il suo stretto legame con l'immaginazione. Lo spettatore, quando va al cinema, può vedere ambientazioni ben costruite ed effetti speciali: non ha bisogno di elaborare quello che vede. Ma a teatro?
Lì non ci sono computer grafica e altri trucchi per rendere realistica la scena. Chi guarda deve tornare un po' bambino e ricordarsi di quando un bastone diventava una spada e uno scatolone un castello.
Forse, però, questo non è un danno, perché ognuno nella sua testa è libero di costruire l'immagine che più gli piace.

E per finire il cerchio con lo stesso attore con cui abbiamo cominciato, ecco un'altra frase che paragone il teatro alle fantasie dei bambini:

Ringraziamo Iddio, noi attori, che abbiamo il privilegio di poter continuare i nostri giochi d'infanzia fino alla morte, che nel teatro si replica tutte le sere." 
Gigi Proietti

Tutti i miei giochi da bambina (e penso anche i vostri) iniziavano con: "Facciamo che io ero..."
In quest'espressione un po' sgrammaticata si concentrava l'intenzione di creare un nuovo scenario, non vero, ma in cui avremmo vissuto come se fosse vero per tutta la durata del gioco. Non è la stessa cosa che fanno gli attori?
Certo, ci vogliono la tecnica, la serietà, l'impegno... ma il divertimento di base non deve mai mancare, altrimenti che senso ha recitare?

- dramaqueen


4 commenti:

  1. Quando penso a una citazione sul teatri mi viene in mente questa di Oscar Wilde: "Il mondo è come un palcoscenico, ma le parti sono mal distribuite."
    E poi questa: "Siamo tutti attori nel palcoscenico della vita, ognuno ha la propria parte da recitare, ma per nostra fortuna i copioni non sono stati distribuiti."
    La seconda parte è una mia aggiunta, la prima devo averla sentita da qualche parte, non ricordo di chi è, e devo averla rielaborata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho trovato altre citazioni su questo tema, ma sinceramente non ho mai condiviso del tutto questo paragone. E' vero che nella vita ci sono intrighi, intrecci e colpi di scena come nelle vicende teatrali... ma per il resto, è molto diverso. Il teatro è costruito nei minimi dettagli, provato riprovato più volte... mentre nella vita bisogna improvvisare. Forse il paragone potrebbe essere fatto con l'improvvisazione.
      A volte nella vita vorrei davvero avere il copione! Però è vero, è meglio così... ;)

      Elimina
  2. Molto belle queste citazioni! :)
    Adesso mi hai riacceso il pallino per Shakespeare, con quell'unica citazione. Dai che è la volta che mi dedico al teatro. ^_^
    p.s. sono citazioni pure utili per la vita quotidiana. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se vuoi dedicarti al teatro, sei sempre la benvenuta! :)

      Elimina

Hai qualcosa da aggiungere a questo post? Lascia un commento!
Se usi la modalità "Anonimo", per favore firmati con il nome o con un nickname.