3 gennaio 2015

Ho un progetto in testa... ma mi servono i vostri suggerimenti!

Cari colleghi blogger, sto parlando proprio a voi.
Avete visto che in questi mesi ho realizzato alcuni video... Beh, non ho intenzione di fermarmi. Anzi, sono sempre in cerca di nuove idee.

Niente paura: non sto parlando di poesie, di monologhi seri o dei soliti personaggi tormentati che mi piacciono tanto. La vita è già abbastanza tragica così com'è, quindi, perché non cercare di rallegrarla con qualche scena comica?

La cena della blogger in crisi
A proposito di scene comiche, dovreste vedere le situazioni assurde in cui mi ritrovo a scrivere post o a rispondere ai vostri commenti, negli ultimi tempi!
Con il computer sulle ginocchia, mentre aspetto che lo spettrofotometro termini di analizzare il campione. Oppure scrivo qualche riga, ma subito dopo devo abbandonare la tastiera per andare ad aprire il flusso di idrogeno
E, in tutto questo, devo anche lottare con la connessione ad internet del laboratorio, che va e viene...
Il bello è che tutti credono che io stia scrivendo la tesi, invece sto cercando informazioni sul teatro rinascimentale o su qualche opera di Shakespeare!

Per non parlare di quando sono a casa: per rispettare le scadenze devo scrivere quasi tutte le sere e a volte faccio anche più cose insieme (vedi foto).
Queste situazioni non sono sempre divertenti, per me, ma credo che farebbero sicuramente ridere chi mi vedesse dall'esterno.

Ispirata da questi comici avvenimenti e dall'iniziativa di Ximi Blogghidee sulla blog-dipendenza, ho avuto l'idea: realizzare dei video sui problemi della vita da blogger. Ci sono talmente tante cose di cui si potrebbe parlare!

Ed è qui che entrate in gioco voi, perché ho bisogno dei vostri suggerimenti.
Quali sono i problemi che incontrate più frequentemente nella vostra vita da blogger? 
Vi siete mai trovati in situazioni comiche come è successo a me?
Siete ossessionati dal numero di commenti, dalle statistiche o dalla famigerata SEO?
Quali sono i motivi che vi hanno spinto ad aprire il blog? Poi le cose sono andate come vi aspettavate?
Avreste mai immaginato che vi sareste ridotti così, oppure eravate giovani e ingenui?

Se vorrete rispondere a queste domande nei commenti, mi aiuterete molto e diventerete parte anche voi di questo progetto che, spero, darà dei risultati divertenti!


Ma non è finita qui. Dato che ho aderito a "Sogni e scambi di Natale" (sempre ideato dalla solita, vulcanica Ximi), questo progetto verrà pubblicizzato sulla pagina G+ dell'evento. In cambio, io sponsorizzo i sogni di alcuni degli altri partecipanti:

Alessia H. V. (autrice di Sicilianamente) è una bravissima artista e io voglio pubblicizzare i suoi disegni. Qui di seguito ne potete vedere uno, mentre tanti altri li troverete nel suo blog.

Alessia H.V., 'The fresh of Dawn and the warm of Sun',
crayon on paper, 2014

> Ivano Landi (autore del blog omonimo) sogna che una casa editrice lo contatti per tradurre fiabe dall'inglese o dallo svedese. Non so quanti editori passino per il mio blog, ma posso almeno provare a diffondere la voce: non si sa mai, con le coincidenze della vita.

> Anna Massè (co-autrice di Sci-fi Blog from Outer Space) scrive "vorrei che tutte le persone potessero amare l'uomo o la donna che desiderano, in modo da essere felici e vivere sorridendo ogni giorno".
Purtroppo la sponsorizzazione non può fare molto per il sogno di Anna, ma volevo parlarne lo stesso, nella speranza di portarle un po' di fortuna [e anche perché io condivido lo stesso desiderio, ma che non si dica troppo in giro... ché questo blog non è un sito di incontri ed è meglio che non lo diventi!]

Che ne dite, vi va di partecipare ad uno di questi progetti?

- dramaqueen




35 commenti:

  1. Per quanto mi riguarda su problemi da blogger, alcuni riguardano lo svegliarmi di notte perché sento che devo fare post e adesso mi sto immaginando come uno zombie. FARE. POST. BLOG. CHIAMA.
    Oppure cancellare alcune sequenze dovute a ore di ricerche perché poi mi rendo conto che no, con il risultato finale non c'entra.
    Oppure il cercare il titolo perfetto. Alla fine non lo è quasi mai.
    Poi a volte, molto modestamente XD, penso: "Ma come? Questo post dice cose che fanno riflettere e NESSUNO commenta?" (è capitato oppure solo uno o due)
    Oppure la rabbia per il Macchianera Blog Awards e vedere quanto il cinema, la moda, la cucina siano così apprezzate rendendo gli altri argomenti quasi di nicchia.

    P.S.: Complimenti ad Alessia per i suoi lavori
    P.P.S.: Parlando di sogni, io oltre a voler ovviamente vivere di teatro e pittura e quant'altro (oltre ad altre cose), mi piacerebbe che il progetto di Aulonia cresca sempre di più raggiungendo sempre più persone.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A proposito dei sogni, volevo invitarti all'evento di G+, ma poi ho visto che il tuo nome era già tra gli invitati... perché non partecipi, se hai anche tu un progetto da condividere? Fino al 6 gennaio c'è tempo!

      Mi hai fornito un sacco di spunti interessanti, grazie!
      Io, per fortuna, non mi sveglio di notte (sarebbe la fine) ma spesso non riesco ad addormentarmi perché sono troppo occupata a programmare. I commenti sono un cruccio comune. E, per quanto riguarda gli argomenti... ti capisco! Il teatro è assolutamente di nicchia... avrei dovuto andare a fare la fashion blogger! ;)
      Il titolo... non me ne parlare! Io sono negata all'ennesima potenza con i titoli. Ecco perché non ho scritto il titolo di questi futuri video: non mi è ancora venuta in mente un'idea decente... si accettano proposte anche per questo!

      Elimina
  2. Il sogno di Anna è encomiabile e spero non rimanga solo un sogno, ma presto diventi realtà ovunque.
    Il sogno di Ivano l'ho condiviso anche io, dovendo sceglierne uno ho scelto quello più vicino a me (ho studiato Lingue ecc ecc).
    I disegni di Alessia sono fantastici e lei sa che sono uno dei suoi fan più sfegatati: avrò modo di parlare anche di lei ;)

    Quanto a te... l'idea è bellissima, e potrebbero venir fuori sketch molto fighi!
    Guarda, posso estremizzare in modo grottesco certi miei momenti dicendoti che quando rientro a casa dopo il lavoro, per bloggare, accendo prima il pc... e poi comincio a togliermi giubbotto, cappello, scarpe ecc, e magari pure andare a far pipì!! XD Così mi ritrovo il pc già pronto all'uso per leggervi :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, mi consolo... non sono l'unica che dà vita a scene esilaranti allora ;)
      In quanto ai tempi di accensione del computer, ti capisco: io lavoro su un vecchio netbook che ha quasi quattro anni e richiede cinque minuti buoni per avviarsi... Solo che sono troppo affezionata, per cambiarlo! XD
      Sono contento che la mia idea ti piaccia. Auguro anche a tutti gli altri sogni di diventare realtà!

      Elimina
    2. Ti dico che non vedo l'ora di gustarmi le scenette^^

      Moz-

      Elimina
    3. Ti anticipo già che ci vorrà qualche mese... devo ancora scrivere la sceneggiatura e tu sai che per realizzare un video ci vuole tempo! In ogni caso, spero di non deludere le tue aspettative :)

      Elimina
  3. Io non rientro molto nella dipendenza da blog, ehmmm. "^^ E non ho nemmeno scene comiche...
    Però nel mio poco tempo vado comunque in crisi... attualmente 29 bozze... "oddio quel post non l'ho letto"... o anche mi arriva la mail dei commenti e dico "bene bene, tra poco rispondo" e tre giorni dopo mi accorgo di non averlo fatto!! E anche "oh, potrei parlare di ques..." e compare già un post al proposito.
    E con "oddio quel post non l'ho letto" arriva anche un "ehi, ma da dove è sbucato?! Di ieri? Ma non c'era poco fa!" il che mi fa sospettare di essere cieca, oltre che stupida. xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehm... diciamo che tu hai più una sindrome da procrastinazione ;)
      Anch'io mi perdo commenti per strada (ma lo sapete che la mia testa è sempre per aria) e ho un tot di bozze, che non completo perché non ho tempo per documentarmi... mai quante ne hai tu, comunque O.O
      Spero che presto almeno qualcuno dei 29 veda la luce!

      Elimina
    2. Ci sto lavorando! XD Hahahah!

      Elimina
    3. Altrimenti ti posso aiutare con le "tipologie di blogger" nella parte del "blogger fuori dal tempo". XD

      Elimina
    4. Ho iniziato a buttare giù qualche idea, ma non ancora una vera e propria sceneggiatura, quindi mi potresti spiegare in che cosa consiste questa fantomatica figura di blogger :)

      Elimina
    5. È in stile "procrastinatore disattento". Magari così è più chiaro. XD
      "Oh, è il primo del mese. Tra oggi e domani pubblico qualcosa! ... Oddio, è il 3. Be', stasera qualcosa scrivo. Forse domani. Entro la fine della settimana, ecco. ... Siamo a metà mese? Ma ho pubblicato solo un post! *ripetizione da capo a qui* Be', ok, ho ancora un paio di giorni per pubblicare un'ultima cosa in questo mese. ... Oh, è il primo del mese (dopo)"

      Elimina
    6. Capito :) Questa è molto divertente, la userò di sicuro!
      Il mio è più: "Oh c... oggi e mercoledì! Ma non era martedì, siamo sicuri? No, è proprio mercoledì, c.... devo pubblicare qualcosa e non ho niente di pronto!"

      Elimina
  4. Sono diventata un genio della tecnologia! Clicco sul nome del tuo commento sul mio blog e vengo rediretta al tuo :D level up!
    Grazie mille per aver condiviso il mio sogno Elisa!!! So che soprattutto noi donne siamo parecchio (e forse troppo) legate all' amore, quindi immagino che tu mi capisca meglio di altri! Ma lasciam perdere i siti d' incontri va, quando arriverà l' amore arriverà, per ora godiamoci la giovinezza :)
    Mi fa un briciolo di tristezza però vederti mangiare i SaiKeBon davanti al pc XD ahahahah
    Mi piace la tua iniziativa quindi ti racconterò la mia esperienza in questo commento, magari ti torna utile:
    1) Problema maggiore? Il tempo, ho bisogno di almeno 3 giorni in più ogni settimana per riuscire a fare tutto... altro problema sono i commenti molesti, sono sparita due giorni e mi sono trovata il mio blog intasato di commenti in russo, portoghese e francese;
    2) situazioni comiche sempre, tra mia madre che mi disturba esaltando l' ultima biscottiera a forma di gallina o lo snocciola fragola automatico che ha appena comprato facendomi scrivere negli articoli delle boiate e i problemi tecnici: una delle tante mi succede quando sono in casa mia e devo pubblicare un articolo... puntualmente la connessione parte e funziona solo in bagno quindi mi tocca usare il water come scrivania in pratica... un' altra? Questa è da matti però: un giorno ero chiusa in camera mia a vedere un film da recensire sul blog poi decido di andare in salotto a scrivere l' articolo, i miei coinquilini entrano con 3 sacchi della spesa pieni di palloncini e iniziano a gonfiarli vicino a me finchè non riempiono completamente il salotto (erano ben 1776 per 2 metri quasi di altezza), quindi mi sono ridotta a passare una settimana chiusa in camera a scrivere, non potendo andare da nessuna altra parte avendo la casa intasata di plastica colorata -.- ;
    3) con Wordpress i commenti sono come mosche bianche, li vedi una volta ogni morte di papa :/ il seo me lo dimentico quasi sempre essendo una distratta cronica, meno male che il mio collega arriva puntualmente a correggermi (e a prendermi in giro perchè lui è un maledetto programmatore e ingegnere informatico mentre io è un miracolo se non spacco il pc quando lo accendo);
    4) ho aperto il mio blog perchè ero stufa marcia delle persone che continuavano a ripetermi che la fantascienza non si può considerare letteratura e perchè sono un amante del genere, oltre al fatto che amo la scienza quindi perchè non cercare di unire le due cose e divulgare film, libri e racconti?
    5) ehhhmmm... diciamo che ho aperto il mio blog pochi mesi prima di finire il liceo, quando avevo ancora una vita e del tempo, ma poi giunse la peggiore delle piaghe: l' università *rombo di tuoni*, dove non riesco neanche ad andare in bagno tra un ora e l' altra :/ ero decisamente giovane e ingenua e non sapevo cosa mi sarebbe toccato!
    A questo punto a tutti coloro che volessero aprire un blog dico: fuggite sciocchi!
    Ma adesso sono curiosa Elisa: qual è il tuo sogno? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa non mi sono accorta di aver scritto un poema D:

      Elimina
    2. Ciao Anna e benvenuta su questo blog :)
      Non ti devi assolutamente scusare: hai scritto un commento lungo ma mi hai dato tantissime idee! Da quello che mi racconti, posso dedurre che è vero che la realtà supera la fantasia. Più di 1700 palloncini in un salotto? Nemmeno i miei coinquilini sono del tutto normali, ma questo non l'hanno ancora mai fatto!
      Per quanto riguarda il tempo e l'università, ti capisco. Come forse si deduce dall'inizio del post, io studio ingegneria dei materiali e sto facendo tirocinio nei laboratori dell'università. Ma fare l'ingegnere non è esattamente il mio sogno... Lo sto facendo per avere un laurea in mano, ma io vorrei tanto trovare il modo di fare del teatro la mia professione. Non chiedo di diventare famosa o chissà che, ma sarebbe molto bello anche solo riuscire a mantenermi con un lavoro del genere.
      Poi, condivido con te il sogno di trovare l'amore... ma per quello non posso fare più di tanto. Intanto, mi concentro su ciò che posso fare e cioè costruirmi un futuro lavorativo. Poi, se dovrà arrivare, arriverà :) Anche se, lo ammetto, spero che ci sia anche qualche uomo che dà importanza all'amore e non siamo solo noi donne a farlo ;)

      Elimina
    3. Grazie ^_^ eh i miei coinquilini sono dei cretini guarda lasciam stare va xD curiosa scelta, io faccio veterinaria invece. Ti avessi incontrata prima che scegliessi l' università ti avrei consigliato di fare ingegneria legata al cinema (non mi ricordo come si chiama porca miseria) o scenografia o annessi che sono cose super interessanti (un mio ex si era iscritto a un' università legata a ciò). Il teatro è duro e ammetto di averci uno strano rapporto, negli ultimi anni ho recitato solo per motivare amici che facevano teatro sotto consiglio di medici, anche se adoro andare a teatro e mi emoziono sempre tantissimo a vedere attori bravi (a un paio di spettacoli ho persino pianto talmente erano stati bravi a recitare).
      Mai dire mai Elisa, nel mondo ci sono sempre un sacco di possibilità anche se a volte sono fuori porta, la cosa che conta non è neanche la bravura ma la determinazione! Se è il tuo sogno e lo vuoi davvero nulla ti impedirà di realizzarlo :)
      Eh lo spero anch io francamente ma gli uomini sono degli esseri un po' strani secondo me ed è dura trovarne uno che meriti! Ma il principe azzurro arriva, basta essere un po' pazienti ;)

      Elimina
    4. Non mi era mai venuto in mente di fare scenografia o scuole per tecnici dello spettacolo, forse perché me lo immagino come un corso molto esclusivo. In effetti non sarebbe stata una cattiva idea, ma ormai sono quasi alla fine e conto di riuscire a laurearmi (sempre se riesco a passare gli ultimi, maledetti esami).
      Poi, confido nelle tante possibilità che offre la vita e spero di trovare una strada adatta a me, anche se magari sarà inaspettata. Di determinazione ne ho parecchia, non ti preoccupare ;)
      Il teatro è duro, perché ti mette costantemente alla prova, questo te lo posso confermare. Anch'io ovviamente mi emoziono quando vedo dei bravi attori... e il mio sogno è di poter emozionare a mia volta altre persone.

      Elimina
  5. Intanto grazie infiniteeee per aver condiviso il mio sogno ed un mio disegno e per le belle parole che hai scritto! *_*
    E quindi per aiutarti io posso darti il mio piccolo contributo raccontandoi, per iniziare, un aneddoto molto peculiare che riguarda il mio rapporto con il blog!
    Chiunque abbia un compagno o sia egli stesso un videogamer deve fronteggiare un grossissimo problema che affligge i videogiochi online: il(o la) LAG! Quel simpatico intervallo di tempo in cui vedi tutto a scatti durante un momento importantissimo della partita - che solitamente cessa quando tu sei già morto da 20 secondi - dovuto al fatto che la connessione è impegnata a scaricare dei dati, come ad esempio caricare le pagine di un blog. Bene, io quando viaggio fra blog devo tenere sempre presente questa problematica perché vivendo con il mio compagno e avendo lui una vera e propria passione per i videogame online e non, il/la lag gli porta grossi problemi (come li porta a me quando gioco io, perché non sono da meno di lui :°D)! Ma alla fine se si sta attenti non succede nulla di grave!

    Poi per rispondere ad altro:
    - Onestamente non so cosa sia la SEO :o per il resto ossessionata direi di no, ma ultimamente mi piace andare a curiosare le statistiche che hanno i post! :D
    - il mio blog nasceva per un altro tipo di scopo anche se sempre filo-artistico che è poi naufragato quando ho riacquistato la libertà d'espressione dopo la laurea! :°D Non mi immaginavo di poter riuscire a trovare qualcuno che piano piano si interessasse ai miei lavori (dopo la metamorfosi il mio interesse è sempre stato principalmente questo!) e di questo ne sono veramente felice!
    - Ahah, io forse il peggio l'ho passato su Splinder! A fare template per blog anziché studiare per gli esami!! Adesso sono molto più moderata nella gestione del tempo e dello spazio (ovviamente riguardo i miei post, passo molto tempo a leggiucchiarvi in giro :D).

    Ok questo è quello che posso dirti della mia esperienza! Non è molto ma spero sia utile!!
    Ciao Elisa e grazie ancora *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessia! Sono stata sincera: i tuoi disegni mi piacciono molto e penso che meritino di essere pubblicizzati :)
      Non sono una videogiocatrice, ma alcuni amici appassionati mi hanno spiegato che cos'è il lag e posso capire che sia fastidioso. Condividere una connessione non è facile: io ho spesso problemi con mio fratello, che occupa tutta la banda disponibile... con il risultato che io non riesco nemmeno a salvare una bozza!
      Anche io ho un'idea abbastanza vaga di cosa sia la SEO, ma a volte mi sforzo per lo meno di mettere la parola chiave nel titolo. Poi non me ne ricordo assolutamente mentre scrivo il post.
      Anch'io dovrei gestire il mio tempo in modo più equilibrato... Però non è facile convincere il mio cervello a concentrarsi sugli scambiatori di calore quando potrebbe pensare a Shakespeare... ;)

      Elimina
  6. Elisa non hai idea che contenta che sono a vedere che il tuo blog ha tante interazioni .D l'obiettivo è raggiunto e questa idea dei Sogni e lo Scambio dei sogni è davvero carina... :D tifo con tutto il cuore che ognuno di noi riesca a realizzarli... aahah la blog dipendenza ha colpito ancora...!
    I sogni di Alessia, Ivano e Anna sono veramente meritevoli e sono tutti belli in realtà. Meritano tutti!
    Sarà dura decidere qual è il Sogno più bello!!!
    Per gli episodi da ridere ne avrei da scrivere un libro.. Miki aahah io ne combino di peggio!!!
    Quello più divertente è stato di recente con tutti i nick che devo ricordarmi a memoria, persone che scrivono con mail dei compagni maschili, rispondono come donne e hanno magari nick con nomi di animalucci... guardate che è dura ricordarsi tutto e.. .infatti faccio casino ogni volta!
    Dite che esiste sindrome da nick??? Devo aggiungerla tra le cosucce da blogger...

    Grazie Elena... di aver contribuito con le tue idee :D

    RispondiElimina
  7. Risposte
    1. La sindrome da nickname... non ci avevo pensato! E ci finisco in mezzo anche io che ho due nomi... tre, perché fino a poco tempo fa mi chiamavo DramaQueen... Sì è vero, a volte la gente non sa più come chiamarmi ^^"
      Io non so se saprei votare un sogno più bello di un altro. Alla fine, sono tutti belli per il fatto che sono sogni!
      Sono contentissima (e stupita) anch'io da tutte le interazioni che sta avendo il mio blog ultimamente, ma credo che in gran parte sia merito tuo e della community, quindi grazie a te! :)

      Elimina
  8. Ciao Elisa, intanto ti ringrazio tantissimo per avere inserito il mio sogno nel post. Per il resto, devo ripassare perché ora sono di corsa. Ancora grazie e a più tardi :)))

    RispondiElimina
  9. Ecco, sono tornato e provo a rispondere alle domande.

    Quali sono i problemi che incontrate più frequentemente nella vostra vita da blogger?
    Sicuramente il tempo, che non basta mai. Ma per non farmi prendere dall'ansia applico alle mie giornate una famosa massima zen che dice: "Dovresti dedicare venti minuti ogni giorno alla meditazione, ma se non ne hai il tempo allora dedicagli un'ora".

    Vi siete mai trovati in situazioni comiche come è successo a me?
    Sinceramente no. Non mi viene in mente nessuna situazione bizzarra in cui io mi sia trovato coinvolto con il blogging.

    Siete ossessionati dal numero di commenti, dalle statistiche o dalla famigerata SEO?
    Ai commenti ci tengo molto, mentre di statistiche e di SEO per il momento non me ne sono occupato minimamente. Finora mi sono affidato completamente ai contenuti dei post.

    Quali sono i motivi che vi hanno spinto ad aprire il blog? Poi le cose sono andate come vi aspettavate?
    Quello che ho adesso è il mio secondo blog. Il primo, Power Spot, lo avevo aperto nel 2010, per condividere l'esperienza del blogging con un'amica che ne aveva aperto uno a sua volta. Vi scrivevo di sciamanesimo, poesia e letteratura, ma anche del mio progetto di romanzo "Shaula", iniziato allora e adesso alle battute finali. Ma me ne sono stancato presto, anche perché wordpress mi dava una quantità di problemi inimmaginabili.
    Il secondo e attuale blog l'ho invece aperto (con blogger ovviamente) in risposta alla chiusura del "Dedalo delle storie" di Romina. Come credo tu sappia, nel Dedalo pubblicavo la mia blog novel e il nuovo blog serviva in origine solo a continuare la storia. Poi, dopo un paio di settimane, ho scritto un primo articolo ed è stato l'aprirsi di tutto un nuovo mondo.
    E alla fine direi che le cose sono andate anche meglio di quel che mi aspettavo.

    Avreste mai immaginato che vi sareste ridotti così, oppure eravate giovani e ingenui?
    In realtà, come ho accennato al punto sopra, pensavo peggio. Forse perché la vita mi ha insegnato a pensare sempre in peggio, così che tutto quello che mi arriva di positivo è un regalo di cui posso solo essere meravigliato ;)

    Non so se ti sono stato utile, ma grazie ancora per questo spazio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, ti ringrazio di essere ripassato per rispondere alle mie domande. Mi è molto utile leggere le esperienze di altri blogger.
      A quanto vedo, il tempo è uno dei problemi principali che hanno tutti! Invece sei il primo che mi dice che si aspettava qualcosa di peggio quando ha aperto il blog: io, come tanti altri, sono caduta dalle nuvole quando ho scoperto quanta fatica in realtà richiedeva.

      Per quanto riguarda il tuo sogno, non c'è di che. Ho scelto di pubblicizzarlo perché anche a me la fiabe piacciono molto (ne ho parlato anche nel post precedente).

      Elimina
  10. Durante la tesi, quando cercavo di rianimare lo strumento con cui lavoravo e che avevo smesso di funzionare, io mi consolavo leggendo pagine e pagine di libri fantasy, sì, in laboratorio.

    E ora le tue domande (visto che con le ultime che mi hai posto è andata benino, no?)
    1. Quali sono i problemi che incontrate più frequentemente nella vostra vita da blogger?
    Non essendo un blogger, non ho particolari problemi in questo senso.
    2. Vi siete mai trovati in situazioni comiche come è successo a me?
    No, comica no, ma piuttosto molesta sì.
    3. Siete ossessionati dal numero di commenti, dalle statistiche o dalla famigerata SEO?
    No, però mi spiace lo stesso quando ci sono pochi commenti (o in alcuni casi nessuno, lo trovo triste, sì)
    4. Quali sono i motivi che vi hanno spinto ad aprire il blog? Poi le cose sono andate come vi aspettavate? Avreste mai immaginato che vi sareste ridotti così, oppure eravate giovani e ingenui?
    No, non sono andate come mi aspettavo (ma di questo avevo già parlato tempo fa in un video).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vorrei fare cattiva pubblicità all'università di Padova... ma capita spesso che si rompano degli strumenti anche da noi o più frequentemente che io li trovi già riparati con mezzi di fortuna, per cui non ho bene idea di come usarli senza romperli di più.

      In realtà ad alcune di queste domande avevi già risposto nei video, quindi per te non era niente di particolarmente nuovo. Ti ringrazio comunque per le risposte!

      Elimina
    2. Io ho assistito a una fumata nera da parte di un ICP e non stavano eleggendo un papa.

      Elimina
    3. Ahia, brutta roba! Quello almeno a me non è mai successo. Ancora. Meglio non sfidare la sorte.

      Elimina
  11. Con imperdonabile ritardo ma provo a rispondere alle domande, anche se non capisco ancora come potrebbero esserti utili le sciocchezze che ti sto per dire.
    Quali sono i problemi che incontrate più frequentemente nella vostra vita da blogger? Potrei dire, come credo hanno fatto in molti, che il problema maggiore è il tempo che sfugge di mano. Ma in realtà non è solo quello. IL vero problema è quello di far convivere la vita reale con quella virtuale, che sono diametralmente opposte nei contenuti. Purtroppo non sono riuscito a fare delle mie passioni (quelle che credo si percepiscano leggendo il mio blog) con l’attività che porto avanti dalla mattina alla sera per quella maledetta pagnotta.
    Vi siete mai trovati in situazioni comiche come è successo a me?
    Le situazioni comiche non sono infrequenti. Tutte derivano dal fatto che ho sempre voluto separare la mia identità reale da quella del blogger. Nella vita reale nessuno conosce il mio piccolo hobby (per vari motivi che non sto a spiegare). Il problema è aprire il blog in ufficio, quando magari c’è la probabilità che ti passino dietro delle persone. È difficile far credere che quell a pagina web con lo sfondo tutto nero sia una roba di lavoro. Il momento più difficile però l’ho vissuto quando un mio collega un giorno mi si è avvicinato e mia ha salutato con un “Ciao, Obsidian Mirror!”. Il sangue mi si è gelato nelle vene. Non ho ancora capito come sia potuto succedere, ma credo che quel collega non sia mai andato a fondo nella questione.
    Siete ossessionati dal numero di commenti, dalle statistiche o dalla famigerata SEO?
    Le statistiche le controllavo all’inizio, poi ho smesso perché la pressione era diventata eccessiva. Adesso che potrei guardarle, ricevendone anche qualche soddisfazione, non lo faccio più. La SEO? SO a malapena cosa significa.
    Quali sono i motivi che vi hanno spinto ad aprire il blog? Poi le cose sono andate come vi aspettavate?
    Il vero motivo? Il mio capoufficio era a casa in maternità e io avevo un sacco di tempo libero.
    Avreste mai immaginato che vi sareste ridotti così, oppure eravate giovani e ingenui?
    Sono ancora giovane e ingenuo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e grazie per le risposte!
      Alcuni dei tuoi problemi li capisco; in questo momento sono in sala laureandi e in tutti pensano che io stia scrivendo la tesi. Lo sfondo nero tradirebbe anche me... ma per fortuna alle spalle ho l'armadio! ;) Scherzi a parte, capisco che sul posto di lavoro sia molto più problematico.
      Nessuno mi ha mai salutato dicendo "Ciao, Drama Queen" però. Quindi, ancora per un po', penso di essere salva.

      Elimina
  12. Ciao, è la prima volta che passo qui! Visto che anche il mio blog si avvale di collaborazione esterne, racconti di altri utenti, per una mera ragione di "spirito di servizio" (ok, detta così è un po' barbara, ma comunque XD) rispondo alle tue domande nella speranza che serva a qualcosa.

    - Quali sono i problemi che incontrate più frequentemente nella vostra vita da blogger?

    Principalmente trovare il tempo di scrivere: la mia vita è abbastanza attiva in certe fasi e non riesco a stare sempre al passo coi miei propositi, sicché passo da momenti di attività frenetica a periodi di attività limitata (sigh).

    - Vi siete mai trovati in situazioni comiche come è successo a me?

    No, non credo che mi sia mai capitato. Non in qualità di blogger per lo meno

    - Siete ossessionati dal numero di commenti, dalle statistiche o dalla famigerata SEO?

    Fa piacere vedere che la gente ti legge e ti apprezza, ma scrivo principalmente perché ho voglia di condividere... poi so che non si può piacere a tutti, anzi questo è molto difficile soprattutto nel mio caso dove narro una storia unica. Preferisco concentrarmi su quello che ho da dire, poi certo i numeri li guardo, ma non ne sono ossessionato.

    - Quali sono i motivi che vi hanno spinto ad aprire il blog? Poi le cose sono andate come vi aspettavate?

    Quello dove sto scrivendo è il terzo blog ed è un esperimento letterario. Ho in testa una storia che si svolge virtualmente tra due persone, utenti che si tengono in contatto quotidianamente ma che non hanno mai un rapporto diretto nella vita reale. Eppure le loro reciproche attenzioni finiranno per avere un certo impatto sulle proprie vite. All'interno di questa storia, che viene raccontata con il linguaggio dei blog, sms, telefonate, commenti ecc., ci sono le microstorie dei personaggi che ho creato e che creerò, tutte attinte da storie di vita vissuta da me personalmente o da utenti che desiderano condividere le proprie storie e metterle a disposizione del racconto. Le cose stanno andando bene, non ci sono moltissimi utenti che mi seguono, ma forse è meglio così, sono contento delle persone che orbitano nella mia blogsfera e fino ad ora i loro commenti e le loro osservazioni hanno avuto un impatto positivo sulla mia scrittura. L'intento di scrivere una storia su un blog è proprio questo: essere influenzato dai altri in tempo reale. Un volta, per esempio, un commento mi ha spinto a cambiare dei piccoli dettagli in un post.

    - Avreste mai immaginato che vi sareste ridotti così, oppure eravate giovani e ingenui?

    Come ho già detto, questa è la mia terza esperienza di blogger... so già a cosa sto andando incontro... o forse no.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e benvenuto nel mio blog! E' la prima volta che passa di qui un altro blogger di regale lignaggio (Prince... Queen... insomma, pessima battuta, fa' finta che io non l'abbia scritto!)
      Ti ringrazio per le risposte. Le collaborazioni tra blogger possono essere molto proficue ed è per questo che ho chiesto il vostro consiglio: siccome sapete di che cosa sto parlando, volevo coinvolgervi anche nell'ideazione del progetto, in modo che poteste condividere le vostre esperienze.
      Sono contenta che tu condivida la mia idea di "pochi followers ma buoni". Neanche io sono famosa nella blogosfera, ma in compenso le poche persone che mi seguono sono sempre molto gentili e non mancano mai di incoraggiarmi, quindi non farei a cambio per nulla al mondo!

      Elimina

Hai qualcosa da aggiungere a questo post? Lascia un commento!
Se usi la modalità "Anonimo", per favore firmati con il nome o con un nickname.