15 marzo 2016

5 pregi di chi ha frequentato un corso di teatro

Il teatro può essere una grande passione e per alcuni può anche diventare un lavoro, ma non tutti quelli che iniziano a frequentare un corso di teatro sono destinati a diventare grandi attori.
Al contrario, molte persone che non hanno mai pensato di intraprendere una carriera nel mondo dello spettacolo si divertono a recitare a livello amatoriale, oppure hanno partecipato a dei corsi, per poi dedicarsi ad altre passioni.


Insomma, il teatro non è solo una possibile carriera, anzi, è un'attività aperta a tutti. Imparare a recitare non porta dei benefici sono a chi vuole diventare un grande attore, ma anche a chi si accosta al teatro per curiosità e per provare qualcosa di nuovo.

Recitare vuol dire anche scoprire cose nuove su se stessi, mettersi alla prova in situazioni diverse dal solito, superare le proprie insicurezze e... divertirsi.
Se anche tu hai frequentato un corso di teatro, probabilmente riconoscerai di aver acquisito questi cinque pregi:

Parlare in pubblico non ti fa più così paura

Forse all'inizio del corso di teatro eri timido, avevi paura di parlare davanti a tutti e non sapevi come avresti fatto a sostenere gli sguardi il giorno del saggio finale. Poi, però, hai imparato a lasciarti andare e ad esporti sempre di più. Il giorno dello spettacolo hai condiviso la tensione con i tuoi compagni del corso e hai visto che alla fine è andato tutto bene. 
Una conferenza o un'interrogazione sono molto diversi da una rappresentazione teatrale, è vero, ma l'esperienza può tornare molto utile anche in queste occasioni. E, soprattutto, sapere che ti sei già esibito in pubblico ti può dare coraggio!

Sai come usare la tua voce

Per recitare in teatro bisogna parlare a voce alta... e non è cosa da poco! Per farsi sentire dal pubblico senza sgolarsi si deve imparare ad usare la voce e a respirare nel modo giusto.
Questo torna utile per innumerevoli motivi: prima di tutto perché anche nella vita reale a volte capita di dover urlare per farsi sentire, ma anche perché la respirazione diaframmatica è usata nel canto e in molte tecniche di rilassamento, senza contare che ti può evitare alcune patologie delle corde vocali se per lavoro devi parlare molto.

Sei autoironico

Dopo aver preso parte ad ogni genere di esercizi, esserti truccato in modo appariscente e vestito con i costumi di scena più particolari, il tuo senso del ridicolo ha lasciato il posto all'autoironia.
Se così non fosse, ogni volta che qualcuno tira fuori le foto di quella volta che ti sei disegnata un paio di baffi (anche se sei una ragazza) o ti sei vestito da suora (anche se sei un ragazzo), arrossiresti come un pomodoro. Invece, se sei un attore sai che in scena capita di dover fare anche cose molto ridicole per divertire il pubblico e imparerai a divertirti anche tu.

Sai reagire alle situazioni impreviste

In un corso di teatro che si rispetti non può mai mancare l'improvvisazione, che è la vera palestra dell'attore. All'inizio è sempre difficile, perché non sai che cosa fare, ma poi impari a reagire alla situazione che gli altri attori creano e riesci ad inserirti nella scena, dando un contributo a tua volta.
Anche la vita è piena di imprevisti a cui bisogna reagire prontamente, quindi se sei già abituato all'improvvisazione avrai i riflessi pronti e saprai trovare una soluzione in breve tempo.

Sai lavorare in gruppo

A meno che non si tratti di un monologo, uno spettacolo teatrale prevede sempre la collaborazione di più attori per costruire una scena. Per farlo, non basta seguire il copione, ma bisogna imparare a comunicare: altrimenti, appena un attore commette uno sbaglio, tutto andrà a rotoli!
Se hai recitato in teatro, hai sicuramente imparato che ascoltare gli altri è importante e che non bisogna essere concentrati solo sul proprio lavoro. Questo ti tornerà utile in qualsiasi gruppo in cui tu sia inserito, in ambito lavorativo o personale.


Tu che hai frequentato un corso di teatro, sei d'accordo con questa lista?
E tu che invece non l'hai mai provato, che cosa aspetti per iniziare? Non ti ho dato abbastanza motivi?

- dramaqueen



Immagine da Pixabay

12 commenti:

  1. Ben presto anche io vorrei cominciare un bel corso di teatro...è uno dei miei sogni nel cassetto e ben presto lo tirerò fuori :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono molto contenta! Vedrai che ti divertirai e imparerai tanto :)

      Elimina
  2. Concordo Eli! Ed aggiungo che è una splendida occasione per togliere finalmente, almeno per qualche ora, le maschere che la vita ci porta ad indossare ogni giorno. A teatro si è liberi di essere se stessi e si è liberi di sperimentare altri "noi", senza temere giudizi. Ogni volta mi sento leggera, senza il peso di aspettative da mantenere, ruoli sociali da rispettare, semplicemente Valentina. Questo è stupendo del teatro, si diventa fogli bianchi, (o creta, citando un tuo post ��) che in potenza sono qualsiasi cosa.
    La Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordissimo con quello che scrivi, tanto che potrei averlo scritto io il tuo commento!
      Ovviamente i vantaggi di un corso di teatro non sono solo quelli che ho descritto nel post, anzi, mentre scrivevo me ne sono venuti in mente anche altri, ma non volevo allungarlo troppo. Se dovessi elencare tutti gli aspetti positivi che ha il teatro per me... credo che finirei domattina ;)

      Elimina
  3. Saper parlare in pubblico è essenziale al giorno d'oggi. Per questo anche mi piacerebbe fare un bel corso di teatro un giorno, per poter migliorare, visto che mi mette sempre molta ansia parlare di fronte a molte persone... Potresti darlo tu un corso sai? ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Parlare davanti ad un pubblico non è facile e a me un po' d'ansia è rimasta, ma se ho imparato a vincere la timidezza lo devo anche al teatro. Potresti provare, magari scopriresti anche altre cose nuove!

      Ti dico la verità: in futuro mi piacerebbe moltissimo insegnare teatro. Le poche esperienze che ho avuto (organizzatrice di un laboratorio teatrale per i bambini al centro estivo e poi aiuto regista per uno spettacolo amatoriale) mi sono piaciute molto, ma ora non mi sentirei davvero in grado di insegnare seriamente. Magari più avanti, quando avrò più esperienza e qualcosa in più da dare.

      Elimina
  4. Sì, frequentando corsi di teatro piano piano diminuisce la paura di essere giudicati, di essere ridicoli e anzi lo si prende sul ridere. Oppure capita una gaffe e si ride.
    Io dire che chi fa teatro e ha fatto diversi ruoli, capisce meglio l'animo umano e le sue contraddizioni, la sua debolezza e la sua forza. Non sarà uno psicologo, però magari potrebbe essere più comprensivo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tra esercizi e spettacoli, ho fatto tantissime cose che sarebbero davvero ridicole se fatte nella vita reale e all'inizio mi vergognavo molto, ma poi ho imparato a riderci su.
      Per quanto riguarda il secondo punto, io ritengo di essere una persona piuttosto empatica, ma credo che il teatro mi abbia aiutato anche in questo.

      Elimina
  5. Io sono fatta strana: ho queste cinque cose ma il corso lo vorrei fare lo stesso! Ahah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che io sono ancora più strana: ho fatto tanti corsi di teatro e ne farei ancora!

      Elimina
  6. Ciao, Elisa! Io aggiungerei che non per tutti coloro che hanno frequentato un laboratorio è stato poi possibile metterne in pratica gli insegnamenti. Conosco tante persone, tramite casting o collaborazioni, che non hanno mai imparato granché.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche questo è vero, ma credo che dipenda dall'atteggiamento con cui ci si accosta all'apprendimento. Forse non tutti possiamo diventare grandi attori, perché c'è chi si rivela più portato e chi no, ma i punti che ho descritto credo si possano applicare a tutti coloro che frequentano un corso e sono provvisti di curiosità, impegno e voglia di imparare.

      Elimina

Hai qualcosa da aggiungere a questo post? Lascia un commento!
Se usi la modalità "Anonimo", per favore firmati con il nome o con un nickname.