1 marzo 2016

"Storia di un'ora" di Kate Chopin (audioracconto)

Dopo settimane di attesa, è arrivato il mio secondo audio racconto per Ménéstrandise. Ricordate? Ve ne avevo parlato circa un mese fa e la prima lettura era stata "La lotteria" di Shirley Jackson (potete tornare a leggere l'altro post, se vi siete persi qualche informazione).


Quello di Ménéstrandise nasceva come un canale YouTube dedicato all'horror, ma il mio racconto precedente provocava più inquietudine che orrore vero e proprio.
Questa volta, mi sono proprio discostata dal genere. Diciamo che è un racconto di genere più introspettivo, anche se non mancano i risvolti inattesi nel finale. Parlo di "Storia di un'ora" di Kate Chopin, che conoscevo già perché era presente nel mio libro di letteratura inglese del liceo.

Come dice il titolo, si svolge nello spazio di un'ora e racconta la reazione di una donna alla notizia della morte di suo marito. Reazione che forse è quella che avremmo potuto facilmente immaginare... o forse non lo è del tutto.
Va detto che la donna dell'immagine che ho inserito io è in abiti moderni, ma quella della storia è una contemporanea della scrittrice, quindi probabilmente vive alla fine dell'Ottocento.

Dato che nelle mie prove precedenti la narrazione era abbastanza piatta, questa volta ho cercato di rimediare al problema. I dialoghi sono pochi è il racconto è quasi tutto affidato al narratore, quindi non potevo rischiare di farvi addormentare con un tono di voce sempre uguale.
Ho tentato, perciò. il più possibile di variare le intenzioni all'interno delle frasi.

Il secondo mio buon proposito per questo audio racconto era di pensare meno alla tecnica ed essere più spontanea del solito. Ovviamente, per un attore è importante impostare la voce nel modo giusto e scandire le parole... ma è come guidare la macchina: ci sono tantissime cose di cui bisogna ricordarsi nello stesso momento, ma non bisogna stare lì a pensarci ogni volta, perché bisogna restare concentrati sulla strada.
A giudicare dalle mie sensazioni, mi sembra di essere un po' migliorata rispetto all'ultima volta, ma ora tocca a voi dirmi che cosa ne pensate. Ecco il video:



Vi è piaciuto? Credete che la mia narrazione abbia fatto dei progressi?
Aspetto tutti i vostri pareri nei commenti e vi ringrazio già in anticipo per i consigli.

- dramaqueen



Immagine da Pixabay

2 commenti:

Hai qualcosa da aggiungere a questo post? Lascia un commento!
Se usi la modalità "Anonimo", per favore firmati con il nome o con un nickname.