31 ottobre 2016

Frankenstein, ovvero il Prometeo moderno (audioracconto)

Oggi è Halloween, ma in realtà ho solo usato la festa come pretesto per proporvi questa lettura. 
La verità è che qualche tempo fa ho trovato "Frankenstein" nella libreria dei miei e mi sono detta che un'appassionata del genere come me non poteva non averlo letto. Complici alcuni (troppi) viaggi in treno, l'ho divorato in poco tempo e me ne sono innamorata.


È stato diverso da quello che mi aspettavo. Certo, avevo una nozione un po' vaga della trama, però mi aspettavo un racconto di paura... invece mi sono trovata in mano un libro estremamente triste, anche se non per questo mi veniva voglia di smettere di leggerlo.
Eppure, se ci penso bene, è davvero un racconto di paura, perché i mostri possono spaventare fino ad un certo punto, ma la paura di perdere tutto ciò che amiamo è molto più reale e terribile.


Un'altra cosa che non mi aspettavo sono le storie dentro la storia. Il vero narratore non è il dottor Victor Frankenstein, ma un esploratore impegnato in un'impresa al polo nord che lo incontra tra i ghiacci. 
Frankenstein racconta all'esploratore la sua storia e noi lettori, idealmente, ne veniamo a conoscenza attraverso le lettere che l'esploratore sta scrivendo alla sorella rimasta in Inghilterra. A tutto questo, per alcune pagine, si somma anche il racconto del mostro al suo creatore quando i due si incontrano dopo tanto tempo. Insomma, una vera storia a più livelli.

Per l'audioracconto ho scelto la parte più interessante che poteva essere raccontata senza spoiler, cioè la creazione della mostro. Si parta da qualche pagina prima, cioè da quando Frankestein scopre che è possibile infondere la vita nella materia, fino al compimento dell'impresa.

Che cosa avete bisogno di sapere se, non avete mai letto il libro?
Vi bastano poche informazioni: Victor Frankenstein è un giovane di una famiglia benestante svizzera. Fin da giovanissimo si era interessato alle leggi della natura e comincia ad approfondire lo studio della scienza quando si reca all'università a Ingolstadt. Lì ottiene brillanti risultati scolastici ed inizia le sue ricerche per capire l'origine del principio vitale.
La ragazza di nome Elizabeth che viene nominata ad un certo punto è la cugina adottiva e promessa sposa di Victor, che è rimasta ad aspettarlo in Svizzera.


Ora sapete tutto quello che vi serve per ascoltare la lettura.
E sì, lo so che è un po' strano sentire da me le parole di Victor Frankenstein scritte in prima persona... però io ve l'avevo chiesto su Facebook e la maggior parte di voi aveva approvato l'idea. Se vi fa comunque un effetto strano... beh, il libro è stato scritto da una donna, quindi potete immaginare che sia Mary W. Shelley a leggere.
Vi ho anche messo un suo ritratto, qui sopra, così ve la potete figurare bene.

Ecco il video, so che purtroppo è un po' lungo, ma a mio parere tagliando delle parti all'inizio o alla fine si sarebbe persa una parte del significato. Spero che lo possiate apprezzare lo stesso.



Buona notte di Halloween,

- dramaqueen


P.S. Devo ringraziare la mia famiglia per le foto (sia quella del post che quella che vedete sullo sfondo del video). Avevo tentato di farle lo scorso weekend, quando sono stata a casa, ma per svariate ragioni non ho avuto tempo, quindi loro hanno fatto tutto il lavoro per me.
Grazie a mio papà per aver fatto da fotografo, a mia mamma e mio fratello per la disposizione artistica e l'illuminazione e a mio nonno per averci prestato i suoi libri e le sue vecchie lettere (cioè, lui non lo sa di averceli prestati, ma spero che sarebbe contento dell'uso artistico che ne abbiamo fatto).



Foto di Massimo Carollo
Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate

2 commenti:

  1. Non ho mai letto "Frankenstein" e quindi ho ascoltato con piacere questo estratto. Povero dottore: tanta fatica e poi tanti rimorsi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se già provi pietà per il dottore a questo punto, non leggere il resto: purtroppo gli andrà sempre peggio...

      Elimina

Hai qualcosa da aggiungere a questo post? Lascia un commento!
Se usi la modalità "Anonimo", per favore firmati con il nome o con un nickname.