7 novembre 2017

Come girare un video-provino

Siamo nel ventunesimo secolo e ormai anche la recitazione passa attraverso la tecnologia. 
Per alcuni casting, non si chiedono solo il curriculum o lo showreel dell'attore. Magari non c'è tempo di stare a vedere le audizioni di decine o centinaia di persone che si propongono per i ruoli principali... quindi si chiede agli attori di inviare un video-provino.


Che cosa intende per video-provino?
È abbastanza semplice: quello che fareste in un normale provino dal vivo, solo che non siete fisicamente davanti al regista, ma vi state filmando e poi il regista guarderà il filmato.

Ho mai partecipato ad un casting inviando un video-provino? In realtà no, ci avevo pensato, ma alla fine non sono mai arrivata a concretizzare il progetto, perché per un motivo o per l'altro non ero convinta.
La prima volta è stato per "Blackout" di Nanni Balestrini. Per il provino bisognava scegliere una o due poesie tra quelle date, recitarla e filmare la propria performance. Però è capitato in un periodo in cui ero appena stata ammalata e non mi sentivo ancora pienamente in forze, quindi ho deciso di lasciar perdere.
La seconda volta era per un film horror di cui non ricordo il titolo. Avevo letto le indicazioni per partecipare il casting, ma mi sembravano decisamente vaghe. Non c'era scritto che tipo di scena filmare, quindi avevo provato a pensare a qualcosa che potesse adattarsi alla descrizione del personaggio, ma anche quella era vaga... insomma, anche lì alla fine ho lasciato perdere.

E allora, perché sono qui a dirvi come girare un video-provino, se non l'ho mai fatto?
Beh, perché avevo fatto qualche ricerca e mi ero informata, quindi ho pensato di sfruttare la sapienza accumulata dandovi qualche piccolo consiglio. E poi, quando ricapiterà l'occasione, conto di partecipare con più convinzione ai casting.

Quali sono gli elementi fondamentali?

Prima di tutto, un audio comprensibile, una qualità video accettabile e un'illuminazione decente. Non serve che sia girato di Kubrick, anzi, un'inquadratura statica va benissimo, perché concentra l'attenzione su di voi e non distrae l'osservatore con altri dettagli.
Se non avete una videocamera professionale, va bene anche uno smartphone, basta che non registriate il video in verticale, perché è davvero molto scomodo da guardare.

Dove filmare?

In un ambiente ben illuminato (solitamente la luce naturale è la migliore) e dove non ci sono eccessivi rumori esterni. Vi si deve sentire e vedere bene, altrimenti a chi guarda il video passerà la voglia di continuare.
Se avete a disposizione un luogo che ben si adatti all'atmosfera del film o dello spettacolo per cui vi state proponendo, perché non sfruttarlo? Altrimenti, scegliere uno sfondo neutro. Un muro bianco va benissimo.

Come faccio se devo recitare un dialogo?

Nessun problema, basta avere un amico che dà le battute al momento giusto. Non deve essere necessariamente un attore: può benissimo pronunciare le frasi in tono neutro, l'importante è solo che l'attore risponda con il tono e l'intenzione giusta.
La persona che vi dà le battute deve essere fuori dall'inquadratura, perché l'attenzione deve essere sempre puntata su di voi. Ma attenzione: anche le sue battute si devono sentire, quindi non fatela posizionare troppo lontana dal microfono.


Quanto deve durare il video?

Poco. Vale lo stesso discorso fatto per lo showreel: le persone si annoiano a guardare dei video troppo lunghi. Quindi, scegliete scene brevi e non andate oltre i 2-3 minuti.
Se avete necessità di inviare più scene, a maggior ragione evitate di dilungarvi inutilmente. Filmatele separatamente, ma poi montatele in un unico video, per renderne più comoda la visione.


Spero che questi consigli vi siano stati utili. Sicuramente ci saranno anche mille altre cose da dire, ma vi ho avvertito che sono alle prime armi anch'io su questo argomento. Se avete delle domande, fatele nei commenti e io cercherò di rispondervi.
Ah, e non dimenticate la cosa più importante... al di là di tutti i dettagli tecnici, la cosa che conta di più è la vostra recitazione, quindi preparatevi bene e date il meglio!

- dramaqueen




Se ti è piaciuto questo post o se mi vuoi incoraggiare nel mio percorso di aspirante attrice, puoi offrirmi una simbolica tazza di caffè, cliccando qui: ko-fi.com/elisaelena

4 commenti:

  1. Io ho fatto un video provino una volta (per un programma scientifico e non per un film). Non solo stata presa ma è stata un'interessante esperienza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi ricordo... lì c'era il problema dei cani che abbaiavano! Ecco, questo non si dovrebbe fare per un provino per teatro/film... però nel tuo caso era una cosa legata alla natura, quindi anche i cani ci stavano.

      Elimina
    2. I cani, le campane, il vicino musicista... ho dovuto rifarlo decine di volte! Eh, sì, non si dovrebbe fare, ma è andata così. Non so se lo rifarò, ma è stato interessante cimentarmi!

      Elimina
    3. Ripeto, doveva essere una specie di documentario, quindi i rumori ci stavano (anche se non troppi!)

      Elimina

Hai qualcosa da aggiungere a questo post? Lascia un commento!
Se usi la modalità "Anonimo", per favore firmati con il nome o con un nickname.