18 luglio 2018

Audiolibri. Come? Dove? Perché?

Pare che gli audiolibri si stiano diffondendo sempre di più, rispetto a qualche anno fa.
Me lo confermate? Anche a voi piace ascoltare gli audiolibri?



Da ascoltatrice, vi dico la mia opinione: gli audiolibri sono grandiosi quando devo fare qualcosa di noioso, necessario e che non richiede concentrazione. Fare le pulizie, lavare i piatti, camminare per lunghe distanze, stare in metro (no, non ho ancora imparato a tenere in mano il libro, reggermi e non cadere).
Sono grandiosi anche quando ho gli occhi stanchi perché sono stata troppo davanti al computer. Senza contare che ascoltarli prima di andare a dormire è come ascoltare una storia della buonanotte. E sì, si può anche leggere in modo tradizionale, ma ascoltare richiede un po' meno concentrazione, si può fare con la luce spenta e mi concilia il sonno. Certo, ogni tanto perdo qualche pezzo perché mi addormento, ma per me che ho sempre sofferto d'insonnia è una cosa bellissima!

Dato che sono povera, uso soprattutto siti liberi come Loyal Books dove si trovano classici della letteratura letti da volontari. A volte le letture sono fatte bene, altre volte lasciano un po' a desiderare, perché si sente che chi narra è tutto tranne un professionista. Ma da un sito libero non si può pretendere niente di più.
Una buona lettura, secondo me, è scorrevole, ha un ritmo adatto alla narrazione e dà una caratterizzazione ad ognuno dei personaggi. Non necessariamente dando un timbro di voce diverso ad ognuno, perché non è sempre possibile, ma facendoli parlare in modo coerente con il loro carattere.

E voi, che cosa cercate in un audiolibro? Che cos'è una buona lettura per voi?
Ovviamente, non è un mistero, ve lo chiedo perché vorrei diventare una lettrice di audiolibri (e una brava), quindi credo che chiedere consigli agli ascoltatori mi possa aiutare a migliorare. Non posso accontentare tutti, però ci saranno delle caratteristiche che la maggior parte delle persone amano negli audiolibri.

Perché questo discorso non resti astratto, vi lascio anche la mia ultima breve lettura.
Che cosa vi piace e che cosa cambiereste di questo piccolo racconto?



Ah, e fatemi sapere anche se c'è qualche altro testo che vi piacerebbe sentirmi leggere.
Vi ringrazio per i vostri consigli!

- dramaqueen

4 commenti:

  1. Ascoltare richiede un po' meno concentrazione? Mah, a me pare invece il contrario. Il dover solo ascoltare apre la porta a mille altre distrazioni, così da dover tornare indietro altrettante volte. Un libro perlomeno ti tiene gli occhi incollati alla pagina e, se malauguratamente li sollevi, puoi ricominciare direttamente dal punto in cui eri rimasto...
    Ma forse dipende da me... che l'unica volta che mi sono cimentato con un audiobook ero in macchina e stavo guidando...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so, dipenderà dalla mente di ogni persona... io, quando sono stanca, faccio molta più fatica a leggere e spesso rileggo la stessa riga più volte per sbaglio o perdo il segno sulla pagina ^^"

      Elimina
  2. Ciao! Ho ascoltato il racconto con la tua bella voce, davvero complimenti. Gli audiolibri sono benedetti per i non vedente e ben venga qualsiasi cosa che aiuti a leggere.

    Come dice TOM, e come ti avevo già scritto in un'occasione, il mio rapporto con gli audiolibri non è un granché. Io leggo prevalentemente in metropolitana, con l'occhio fisso sulla pagina, e per fortuna avendo la capacità di isolarmi completamente. Nella lettura sono io che imprimo il mio ritmo alla pagina, magari rileggendo lo stesso passaggio, se mi piace, o magari andando indietro per controllare dove ho visto quel tal personaggio... Con l'audiolibro è il suo lettore che imprime il suo ritmo, che può non essere il mio oppure può essere diverso per il genere che sto leggendo. Inoltre ho troppi distrattori visivi in metropolitana, alla fine non ascolto più le parole. Però il tuo uso dell'audiolibro come cura per l'insonnia è geniale, potrei provare anch'io. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero che non poter tornare indietro a rileggere è un lato negativo degli audiolibri. Però quelli che ho elencato prima sono i lati positivi che io ci trovo :)

      Effettivamente se siete lettori del blog, ha senso che vi piaccia leggere in modo tradizionale, altrimenti non sareste qui a leggere i post.

      Elimina

Hai qualcosa da aggiungere a questo post? Lascia un commento!
Se usi la modalità "Anonimo", per favore firmati con il nome o con un nickname.